IT    EN    ES   

WITH HANDS SIGNS GROW

Su iniziativa della Fondazione Odalys e della Signum Foundation, con il supporto del Museo Nazionale e Centro di Ricerca di Altamira (Ministero della Cultura e dello Sport, Spagna), hanno consentito un progetto di intervento artistico a Palazzo Donà, che comprende diversi site-specific, progetti pensati per vari ambienti di questo Palazzo.

Si tratta di un gruppo di quattro giovani artisti (Ruth Gómez, Nuria Mora, Daniel Muñoz e Sixe Paredes) il cui processo creativo ha in comune il desiderio di condividere la loro visione del mondo attraverso l’arte. In modo tale che questi interventi nello spazio del Palazzo possano essere definiti come un insieme di micro-racconti del territorio personale di ogni artista, un territorio che è pubblico -oggi- ma anche inespugnato, per il suo carico storico. Gli artisti hanno lavorato sul luogo, associando ad ognuno di loro una parete/pavimento o una stanza di Palazzo Donà.

Gli artisti hanno realizzato un’opera collocata tanto a parete come a terra, oppure dispiegata in modo tridimensionale, evitando di intaccare gli elementi strutturali e storici del Palazzo. Un’opera multipla nell’atrio interno del Palazzo, sotto forma di un grande assemblage di immagini, con immagini fornite dal Museo Nazionale e Centro Ricerche di Altamira, evoca la Grotta di Altamira (visitabile anche attraverso immagini in movimento). Nella solitudine della grotta, si ascoltano i suoi suoni, accanto al pozzo del Palazzo Veneziano

FORMATO-SITE ESPECIFIC  NELLA FONDAZIONE SIGNUM PALAZZO DONÀ


CON LAS MANOS CRECEN LOS SIGNOS
WITH HANDS SIGNS GROW
CON LE MANI CRESCONO I SEGNI

Date

23.04.2022 – 27.11.2022
PRE-APERTURA VIP| 20.04.2022 - 12:00 pm.
INCONTRO CON GLI ARTISTI | 21.04.2022 - 12:00 Sarà trasmesso in diretta attraverso l'instagram del progetto (@withhandsssignsgrow)
DURATA DELLA MOSTRA dal 23.04.2022 al 27.11.2022 | 10:00 - 18:00 (da martedì a domenica) / lunedì chiuso

Il luogo

Signum Foundation Palazzo Donà
Campo San Polo 2177
http://signumfoundationpalazzodona.com
Vedi sulla mappa

Il contesto

COLLATERAL EVENT 59th Biennale di Venezia

Curatore

Alfonso de la Torre

Direttore artistico

Juan Carlos Moya

Project manager

Paulina Przyborowska, Signum Foundation Palazzo Donà



SCARICA IL DOSSIER

ITALIANO

INGLESE

SPAGNOLO

RUTH GÓMEZ

CAVES / GROTTE

L’artista Ruth Gómez (Valladolid, 1976) ha sviluppato Caves | Grotte, un grande insieme di opere murali che, a titolo di studio, e prendendo come riferimento la sintesi e l’astrazione delle immagini paleolitiche, approfondisce il processo creativo più primitivo e puro. Mira a catturare ciò che era importante per i nostri antenati: Madre Terra, animali e concetti come fertilità e spiritualità. Per questo utilizza materiali come pigmenti minerali e naturali, china fatta con fuliggine, resina, carbone, grafite, gesso e argilla, che l’artista usa con i pennelli e con le proprie mani su carta cotone. Combina questa tecnica con immagini adesive per creare un muro di immagini, basato sia sulla realtà che sulla finzione. Ruth Gómez ha partecipato a fiere internazionali come Art Dubai, Art Lisboa e ARCOmadrid e il suo lavoro è stato esposto in musei come il CAC di Malaga; MNBA a Buenos Aires; e il MOCA di Seoul, tra gli altri.

NURIA MORA

XYZ-TRANSCENDING PHYSICAL LIMITS

Nuria Mora (Madrid, 1974) propone in XYZ-Transcending Physical Limits un’opera bidimensionale composta da diverse tele che si dispiegano lungo gli assi x, y e z e simulano il modo in cui la grotta è stata gradualmente scoperta. Partendo da una prima opera non dispiegata —in formato quadrato e con tele di lino— si apre come un polittico in più fasi, passando dai colori nero, ocra e rosso (usati ad Altamira) alla tavolozza dell’artista. Questo dispiegamento uusa il colore come scusa per parlare dell’evoluzione dell’uomo, mentre lo spazio tridimensionale creato emula l’importanza di Altamira come luogo di incontro. Nuria Mora ha iniziato la sua carriera con la pittura di murales e gli interventi artistici nello spazio urbano, ha esposto i suoi lavori in gallerie e musei internazionali come la Tate Modern di Londra o il Museum of Contemporary Art di Johannesburg.

DANIEL MUÑOZ

TRASCINARE IMMAGINI

TRASCINARE IMMAGINI Il lavoro di Daniel Muñoz (Moraleja, Cáceres, 1980), invece, è incentrato sull’arte murale e il suo discorso ha sempre affrontato problemi legati alla modificazione dell’ambiente da parte dell’individuo. In Drag Image - Trascinare immagini solleva una serie di domande sull’immagine come elemento di costruzione dello spazio sociale, dove mette in evidenza diversi substrati storici che mostrano l’importanza del disegno di murales come primo linguaggio costruttivo dell’umanità. Si propone di mostrare che, fin dal Paleolitico, la congiunzione di disegno e architettura è stata legata alla coesione sociale e al fondamento del pensiero comune. Daniel Muñoz ha realizzato numerosi interventi e mostre in città in Europa, America, Asia e Medio Oriente, centri d’arte come il BACC Museum di Bangkok (Thailandia), la National Art Gallery di Amman (Giordania) o gallerie come Walter Otero (Porto Rico).

SIXE PAREDES

PALEOLITHIC FUTURISM

Infine, l’artista Sixe Paredes (Barcelona, 1975) propone un doppio lavoro nel palazzo. Da un lato, il, Paleolithic futurism, una proposta murale che parte dal momento in cui gli antichi maestri del Paleolitico venivano invocati dalle forme delle cavità delle grotte. La serie di dipinti parla di opere riflessive, ipnotiche e profonde, evocando un linguaggio che rimanda alle diverse dimensioni e direzioni nello spazio. Dall’altro lato l’artista presenta invece un importante insieme di tele, realizzato per l’occasione. Sixe Paredes inizia la sua carriera artistica nei graffi ti alla fi ne degli anni Ottanta e negli anni Novanta inizia anche a lavorare con la pittura, la scultura e l’installazione. Il suo lavoro rappresenta uno dei riferimenti spagnoli più notevoli, intervenendo nel 2008 sulla facciata della Tate Modern di Londra...

Scarica materiale per la stampa

¡Grazie per il tuo interesse per WITH HANDS SIGNS GROW!

Compila il modulo e riceverai un'email con il link per il download del materiale dalla stampa. Per qualsiasi altra informazione, non esitare a contattarci.

RICHIEDI MATERIALE STAMPA